C.C.N.L.
N.: 244
19 Giugno 2008

Sottoscrizione rinnovo contratto nazionale di lavoro.

Portiamo tempestivamente a conoscenza che, nel tardo pomeriggio di ieri, è stato sottoscritto presso la sede dell’Ance, dopo 7 mesi di trattativa, il rinnovo del Contratto Nazionale Edilizia Industria fra Fillea CGIL – Filca CISL – Feneal UIL e ANCE scaduto il 31 dicembre 2007. In sintesi riportiamo i principali punti dell'accordo. Sul fronte salariale è stato definito un incremento di 104 euro al parametro 130 suddiviso in due soluzioni: 74 euro dal 1° giugno e 30 euro dal 1° gennaio 2009. In ordine al tema della carenza malattia le parti hanno concordato che la materia verrà eventualmente affrontata nella contrattazione territoriale. A livello nazionale è stato deciso di ridurre da 7 a 6 giorni il periodo di malattia utile per maturare il diritto, da parte del lavoratore, riconoscendo il 50% del salario per i primi tre giorni di malattia. Per la copertura al 100% i giorni passano da 14 a 12. Per quanto riguarda i lavori pesanti e usuranti è stato previsto un fondo che riconosce, ai lavoratori in particolari condizioni, l’erogazione di una prestazione che ne agevoli il pensionamento pari allo 0,10% dei versamenti in Cassa Edile. In tema di formazione, è stata prevista, in via sperimentale, a partire dal 1° gennaio 2009 la comunicazione al sistema delle Scuole edili dell’assunzione degli operai almeno tre giorni prima dell’inizio del lavoro, per consentire lo svolgimento di 16 ore di formazione attinenti le basi professionali del lavoro in edilizia e la sicurezza, con un richiamo formativo di 8 ore all’anno. Inoltre sono state introdotte delle norme che prevedono la comunicazione scritta al lavoratore al momento della assunzione e dei passaggi di qualifica. Per quanto riguarda la sicurezza, è stato dato mandato alle parti sociali nazionali di dare concreta attuazione ai rinvii operati alla contrattazione dal Testo Unico sulla sicurezza. Si è convenuto inoltre che un’impresa non può avere alle dipendenze operai part-time in misura superiore al 3% del totale degli occupati a tempo indeterminato, oltre all’esclusione delle clausole elastiche e flessibili. Ciò dovrebbe consentire la riduzione del ricorso indiscriminato al part-time, fattispecie dietro la quale si mascherano forme di lavoro irregolare. Infine sono state incrementate le percentuali per il lavoro notturno a turni e gli importi per l’Ape, l’anzianità professionale edile, a decorrere dall'erogazione di maggio 2009. Con riserva di più ampio commento, nell'attesa di fornire le nuove tabelle paga e di stipendio in vigore nella Provincia di Padova dal 1° giugno 2008, rimaniamo a disposizione per chiarimenti e porgiamo, con l'occasione, i migliori saluti.

banner-rassegna-stampa
banner-parlamento
attivita-ue-banner
FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditTechnoratiLinkedinRSS FeedPinterest

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo